Telefono: +39 3487701017
E-Mail: info@acifarm.it
 

11 Principi Attivi

Home » 11 Principi Attivi

ANTINFIAMMATORIO - ANALGESICO - REMINERALIZZANTE OSSEO

Nel 2014 si è confermata la sua capacità di impedire l’infiammazione.
Le prove in vivo dicono che la Siegesbeckia Orientalis ethanol extract (SOE) ha un significativo effetto inibitorio dell’infiammazione acuta locale e
sistemica, mentre i dati in vitro mostrano che SOE potrebbe bloccare attivazione di NF-kB e MAPK, inibendo l’induzione infiammatoria attraverso le
citochine [4].

I costituenti di questa pianta sono iodio, sali minerali, tannino, rafanolo, vitamina C e un principio attivo, la “coclearina”, che la caratterizza.
Nel 2015 [6] si sono evidenziate le sue proprietà antinfiammatorie, astringenti e antisettiche.

È stato dimostrato che l’estratto di Commiphora myrrha possiede attività analgesiche ed anti-infiammatorie e quindi indicato nel trattamento delle
infiammazioni associate al dolore [7]. Costituisce un rimedio specifico per gengiviti, piorrea, afte e stomatiti.

Alle proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e vasoprotettive, la pianta unisce anche funzione antiedemigena e vasocostrittrice.
Migliora la microcircolazione, antiemorragica e riparatrice.

L’ultimo studio del 2016 [5] ha dimostrato che l’estratto di Equisetum Arvense è utile per la formazione ossea e dei tessuti duri e quindi, si può concludere
che aiuta nella prevenzione e contribuisce al “metabolismo dell’osso”.

PARADONTOSI - GENGIVITE – SANGUINAMENTO

Nell’ottobre del 2016 è stata confrontata l’efficacia dell’Aloe e della clorexidina sulla salute parodontale. Per trenta giorni è stato condotto un controllo randomizzato su 390 studenti d’odontoiatria. Si conclude che l’Aloe Vera, oltre ad avere la stessa efficacia della clorexidina, può essere usata per curare e prevenire gengiviti [11]

La calendula è efficace nel ridurre la placca dentale e la gengivite in aggiunta alla profilassi orale e possiede un’attività antimicrobica, antinfiammatoria,
antiossidante, immunomodulante e aiuta la guarigione delle ferite e le ulcere della bocca [2]

Gli estratti della radice di altea contengono amido, pectine, mucillagine, zuccheri, grassi e tannini. In particolare le mucillagini conferiscono alla pianta
proprietà emollienti, lenitive, protettive ed antisettiche delle membrane della mucosa. Per questa ragione è indicata contro i batteri parodontali [3] e nel
trattamento di irritazioni della bocca come ascessi, stomatiti e gengiviti.

La pianta si caratterizza per la ricchezza in tannini condensati catechinici; per questo gode di proprietà astringenti, antinfiammatorie ed emostatiche. In
vitro, ha dimostrato caratteristiche batteriostatiche, battericide, micostatiche e fungicide [8]. Dall’unione di queste attività nasce l’indicazione nel
trattamento delle gengiviti e delle stomatiti.
Gli estratti di Ratania disinfettano e proteggono efficacemente le gengive e miscelati con del carbonato di calcio, puliscono a fondo e prevengono la
formazione della carie.

La sanguinaria possiede attività antinfiammatoria a largo spettro d’azione contro i batteri. La sua capacità di rallentare la formazione della placca dentale
[10] è pertanto utile nelle gengiviti e nelle forme avanzate delle malattie parodontali.

I suoi fiori essiccati, i “chiodi di garofano”, ricchi in eugenolo, dalle proprietà antibatteriche e sedative, sono adoperati esternamente come antisettici,
antidolorifici e antibiotici.
Indicati per il trattamento di ascessi ed altre infezioni del cavo orale, sono ricchi di flavonoidi con azione antiossidante [9] e un ottimo antinfiammatorio

[1] S. Sabiha Shaheen, Padma Reddy, Hemalatha, Srikanth Reddy, DolarDoshi, SuhasKulkarni, Manoj Kumar – Antimicrobial Efficacy of Ten Commercially Available Herbal Dentifrices against Specific Oral Microflora – In Vitro Study DOI:10.7860/JCDR/2015/11127.5829

[2] Mayur Sudhakar Khairnar Babita Pawar, Pramod Parashram, Ameet Mani – Evaluation of Calendula officinalis as an anti-plaque and anti-gingivitis agent. DOI: 10.4103/0972-124X.124491

[3] L. Iauk, A. M. Lo Bue, I. Milazzo, A. Rapisarda, G. Blandino – Antibacterial activity of medicinal plant extracts against periodontopathic bacteria – DOI: 10.1002/ptr.1188

[4] Yong-Han Hong, Li-Wen Weng, Chi-Chang Chang, Hsia-Fen Hsu, Chao-Ping Wang, Shih-Wei Wang and Jer-YiingHoung – Anti-Inflammatory Effects of Siegesbeckia orientalis Ethanol Extract in In Vitro and In Vivo Models – BioMed Research International Volume 2014, Article ID 329712, 10 pages

[5] Swati D Kotwal, Smita R Badole – Anabolic therapy with Equisetum arvense along with bone mineralising nutrients in ovariectomized rat model of osteoporosis – DOI: 10.4103/0253-7613.182880

[6] Marzocco S, Calabrone L, Adesso S, Larocca M, Franceschelli S, Autore G, Martelli G, Rossano R. Anti-inflammatory activity of horseradish (Armoracia rusticana) root extracts in LPS-stimulated macrophages DOI: 10.1039/C5FO00475F

[7] Su S, Wang T, Duan JA, Zhou W, Hua YQ, Tang YP, Yu L, Qian DW. Anti-inflammatory and analgesic activity of different extracts of Commiphora myrrha. doi: 10.1016/j.jep.2010.12.003.

[8] Scholz E, Rimpler H. – Proanthocyanidins from Krameria triandra root DOI: 10.1055/s-2006-962032

[9] Hemalatha R, Nivetha P, Mohanapriya C, Sharmila G, Muthukumaran C, Gopinath M.- Phytochemical composition, GC-MS analysis, in vitro antioxidant and antibacterial potential of clove flower bud (Eugenia caryophyllus) methanolic extract – DOI: 10.1007/s13197-015-2108-5

[10] Southard GL, Boulware RT, Walborn DR, Groznik WJ, Thorne EE, Yankell SL. – Sanguinarine, a new antiplaque agent: retention and plaque specificity PMID: 6585404

[11] Vangipuram S, Jha A, Bhashyam M. Comparative efficacy of aloe vera mouthwash and chlorhexidine on periodontal health: A randomized controlled trial – 2016 Oct 1;8(4):e442-e447. eCollection 2016. PMID:27703614